CIFOPLASTICA CON PALLONCINO

Definizione

La cifoplastica con palloncino è un intervento mininvasivo per il trattamento delle fratture da compressione della colonna vertebrale.

Finora in tutto il mondo sono stati eseguiti
più di 460.000 interventi su oltre 393.000
pazienti*.

A che cosa serve?

    Eliminazione o riduzione del dolore
    Stabilizzazione della frattura
    Correzione della deformità del corpo
    vertebrale
    Miglioramento della qualità della vita del
    paziente


Indicazioni

Trattamento delle fratture vertebrali dolorose da compressione nella zona lombare o toracica provocate da:

    Osteoporosi primaria
    Osteoporosi secondaria
    Lesioni osteolitiche dovute a mieloma
    multiplo o metastasi ossee
    Trauma

Controindicazioni

    Gravidanza
    Fratture stabili asintomatiche (dolore non correlato)
    Fratture recenti comminute con retropulsione di frammenti
    Coagulopatia non correggibile
    Infezioni sistemiche o locali

Descrizione della Tecnica Operatoria

    La tecnica è percutanea ed è eseguita sotto
    guida fluoroscopica
    Il paziente è adagiato in posizione prona
    in anestesia locale



    L'invasività è minima: (si eseguono
    2 incisioni di 0.5 cm e si utilizzano
    2 cannule da 4,2 mm di diametro)

La tecnica operatoria





Accesso per via transpeduncolare o
extrapeduncolare al corpo vertebrale

fratturato e posizionamento della
cannula di lavoro (4.2 mm di diametro)






Inserimento del palloncino attraverso
la cannula di lavoro






Stabilizzazione della frattura:
Il cemento (PMMA, poli-metilmetacrilato)
è veicolato all'interno della cavità creata
dal palloncino





Completo riempimento della cavità e
rimozione delle cannule.




Risultati

Con l'intervento di cifoplastica si ha il vantaggio di una scomparsa immediata e duratura del sintomo doloroso e del ripristino della normale anatomia e biomeccanica della colonna vertebrale.

Ledlie et al, Spine Vol 31 N°1, 2006